Dipendenze

Dipendere significa "essere determinato da", "sottostare a", "avere bisogno di", per soddisfare un'esigenza vitale: un benessere immediato.

Si distinguono le dipendenze sane da quelle disfunzionali. 

Sono sane sono quelle che ci permettono di sviluppare passioni (musica, sport, teatro, lettura, amici, viaggi...), interessi e piaceri funzionali al nostro benessere presente e futuro, mentre sono disfunzionali le dipendenze che diminuiscono o annullano l’autonomia della persona compromettendone gravemente la qualità della vita. 

 

Vi sono diversi tipi di dipendenza disfunzionale:

Oggi e' possibile SCONFIGGERE tutte le dipendenze e per farlo occorrono alcuni ingredienti:

  • PROTOCOLLI DI CURA SCIENTIFICAMENTE VALIDI

  • La TUA MOTIVAZIONE

  • PROFESSIONISTI PREPARATI che sanno lavorare in ÈQUIPE

  • FIDUCIA nella terapia e nel professionista 

 

 

 

LOVE ADDICTION

La Dipendenza Affettiva si manifesta a livello comportamentale con la ricerca costante di figure protettive, accudenti con cui mantenere un legame stabile nel tempo e a livello cognitivo con la convinzione secondo cui la felicità "dipende" solo ed esclusivamente dalla vicinanza di una persona forte.

 

Ciò è causato dalla profonda insicurezza per le proprie capacità, dal timore esagerato di rifiuti e dell’estrema ansia con cui viene vissuta la possibilità della rottura dei legami affettivi.

La persona dipendente è accondiscendente per non dispiacere l’altro, si sottomette al controllo e al potere altrui, svolge compiti poco gratificanti al fine di sentirsi accettata.

La dipendenza affettiva crea a chi la vive un serio disagio relativo all’autonomia e un impoverimento di tutte le occasioni che permetterebbero la crescita del sé, la realizzazione personale e la felicità.

 

DIPENDENZA DA INTERNET

Premetto che internet ha migliorato di gran lunga le nostre vite, ma allo stesso tempo rappresenta un pericolo per chi non ne sa usufruire in maniera adeguata e funzionale.

 L’uso eccessivo di internet porta alla Internet Addiction Disorder, ovvero la dipendenza da internet.

Naturalmente vi sono diversi criteri per diagnosticarla, come per es. il numero di ore, il contenuto ricercato, la motivazione all’uso della rete (per es. come scappatoia dai problemi della vita, da un cattivo matrimonio o difficili relazioni sociali), l’età, il tipo di vita sociale e se vi sono delle pre-condizioni esistenti (ad esempio la presenza di un altro sofferenza psichico).

SEXUAL ADDICTION

La dipendenza da sesso, è la relazione disfunzionale con il sesso

Ogni essere umano ha una pulsione sessuale diversa e per tale motivo è difficile definire la dipendenza da sesso.

 

Tuttavia la dipendenza fa perdere il controllo e porta a soddisfare a tutti i costi il desiderio per alleviare stress e sentimenti negativi o dolorosi; il sesso diventa inevitabile e il soggetto con dipendenza non bada ne alle circostanze ne alle conseguenze. L’atto compulsivo termina con l’orgasmo. 

Lo sviluppo del sofferenza e il trattamento psicologico è simile a quello delle altre dipendenze. 

DIPENDENZA DA SHOPPING

Lo shopping compulsivo è una dipendenza da comportamento, un sofferenza caratterizzata dall'impulso irrefrenabile e immediato di dover acquistare. 

Si sente sempre più ansia e disagio crescente che può essere alleviato attraverso l’acquisto, nonostante le possibili difficoltà economiche. 

Dietro questa compulsione, spesso femminile, potrebbe esserci il timore di apparire poco desiderabili e attraenti.

L’atto dell’acquisto genera un apparente abbassamento dell’ansia ma allo stesso tempo crea stress, conseguenze negative e sensi di colpa.

 

DIPENDENZA DA LAVORO

Il lavoro, comportamento considerato normale, può diventare una dipendenza quando non ha più una funzione di sopravvivenza, ma ci aiuta a superare mancanze esistenziali e problemi familiari. 

Anche se non si tratta di una dipendenza da sostanza, la work addiction crea al soggetto le stesse conseguenze che creano quelle da sostanza: autodistruzione fisica, psichica e sociale. 

Vi sono diverse fasi che permettono il passaggio da un comportamento sano ad uno compulsivo/disfunzionale: la fase iniziale (la persona pensa solo al lavoro, trascura la famiglia e gli interessi), la fase critica (la persona non smette più di lavorare, si sente inutile se non è sotto pressione, pressione alta e depressione), fase cronica (assuefazione e dipendenza, lavoro notturno, feriale e festivo, si sente vivo solo grazie alla sua attività professionale, meno ore di sonno).

 

DIPENDENZA DA GIOCO D'AZZARDO (GPA)

La dipendenza da sostanze detta anche dipendenza da droghe o tossicodipendenza colpisce soprattutto i giovani e tutte le categorie sociali. È definibile come quel bisogno irresistibile di assumere una determinata sostanza stupefacente, nonostante le conseguenze dannose a livello psicologico, fisico, emotivo o sociale che tale assunzione possa comportare. 

 

La dipendenza crea un circolo vizioso perche' il desiderio a ripetere l’uso della sostanza e' irresistibile (craving) e il disagio causato dall’astinenza e' per molti impossibile, pertanto, per   attenuare i sintomi spiacevoli dell’astinenza il soggetto dipendente riassume la sostanza con il risultato di aumentare le dosi in modo esponenziale e ancor più dannoso e pericoloso.

 

Diverse sono le sostanze stupefacenti, diversi gli effetti e diverse le motivazioni ad assumere una sostanza piuttosto che un’altra. 

Le sostanze svolgono diverse azioni psico-fisiche:

  • eccitatorie (per es. anfetamine o cocaina); 

  • depressorie (barbiturici e oppioidi);

  • alteratori dello stato di coscienza, della percezione e del comportamento (allucinogeni e cannabinoidi)

 

Il processo che porta allo sviluppo di una Dipendenza è complesso ed articolato, sono diversi i fattori che ne influenzano lo sviluppo.  

In particolare troviamo i seguenti fattori eziologici che interagiscono tra loro:

  • Vulnerabilità genetica/Familiarità per il sofferenza o per altre sofferenze psichiatriche (per es. depressione, dipendenza da alcol, disturbi di personalità).

  • Situazione socio-economica in cui si vive (contesti devianti, svantaggio economico, povertà o ricchezza)

  • Esposizione ad eventi stressanti

  • Attaccamento con le figure di riferimento 

Le persone con dipendenza da sostanze stupefacenti incorrono frequentemente in problemi di salute e dopo un uso prolungato della sostanza compaiono sintomi psicologici e comportamentali (problemi di concentrazione, attenzione e memoria, vergogna, ansia, disturbi dell’umore, ossessioni, disturbi sessuali, disturbi del sonno, senso di colpa) che portano progressivamente ad un deterioramento della vita dell’individuo sia in ambito lavorativo, scolastico, relazionale e familiare.

 

COSA FARE?

È importante non credere che ormai si è vinti, piuttosto si deve agire tempestivamente! 

È essenziale un intervento terapeutico mirato per limitare i danni causati dall’assunzione della sostanza e aiutare la persona a riprendere in mano la sua vita.